https://www.sapereeundovere.com
https://www.sapereeundovere.comIl numero di paesi che vogliono rimpatriare il proprio oro è in aumento. Dopo il Venezuela, la Germania, l’Olanda, è la volta dell’Austria.

Le riserve auree della Oesterreichische Nationalbank (OeNB) nel Regno Unito e in Svizzera sono un tema ricorrente nelle discussioni politiche soprattutto ora che il Partito della Libertà Austriaco ne richiede un trasferimento in Austria, su esempio della Bundesbank tedesca che vuole rimpatriare tutto l’oro entro il 2020.




L’Austria dispone di 280 tonnellate di oro, solo una piccola parte di queste (il 17 per cento) si trova a Vienna. L’80 per cento delle riserve si trova a Londra, il tre per cento in Svizzera.

Lo scorso maggio, seguendo le orme della Bundesbank, l’Austria aveva inviato una delegazione a Londra per verificare l’esistenza delle sue riserve d’oro depositate nel Regno Unito e che ammontano all’80% delle sue riserve auree totali

Christian Gutleder, un portavoce della banca centrale austriaca, spiegava che la banca centrale ha regolarmente verificato le sue riserve in passato, aggiungendo che le riserve auree non sono cambiate dal 2007. Da qui la domanda: Perché controllarle adesso? 




Secondo la spiegazione ufficiale, la revisione segue la richiesta del Partito della Libertà Austriaco di maggiore trasparenza e irimpatrio delle riserve. Forse, ironizza ‘ZeroHedge’, sarebbe il momento di ribattezzare il partito euroscettico in “dubitiamo che il nostro oro sia dove si dice che è”. Una spiegazione migliore è stata fornita dalla rivista austriaca Trend, che ha detto che “la misura è vista come una conseguenza della crescente pressione pubblica. C’è una crescente incredulità tra gli Austriaci sull’esistenza dell’oro.

 “Riconosco la legittimità della richiesta. Qualsiasi negozio di alimentari è obbligato a fare l’inventario una volta l’anno. È l’unico modo di sbarazzarsi di queste accuse irragionevoli”, aveva dichiarato Ewald Nowotny, Governatore della Banca Nazionale Austriaca a Trend.

Quale nazione centro-europea sarà la prima a scoprire che il suo oro non è più dove dovrebbe essere? Si chiede ‘ZeroHedge’, includendo naturalmente tra questi anche la Francia.

Fonte www.lantidiplomatico.it