3062
Attacchi terroristici multipli in corso a Parigi. Almeno 40/50  persone sono state uccise a Parigi nel corso di attacchi teroristici fatti da commandos in alcuni locali pubblici ove i terroristi hanno fatto uso di mitragliatori e di granate a mano.
Presi dai terroristi decine di ostaggi e tenuti sotto tiro nella sala concerti di un locale (il Bataplan).
Altre raffiche di armi automatiche si sono sentite in altra zona centro di Parigi ma le notizie sono alquanto confuse.
Il primo scambio di colpi è avvenuto nella sala di feste Bataclan  nel Boulevard Voltaire. Sono stati visti decine di corpi stesi sull’asfalto senza specificare se si tratti di  morti o feriti.

Si sono ascoltate, secondo testimoni oculari, almeno 6 sparatorie nel centro di Parigi e varie esplosioni. Il caos nel centro di Parigi è totale con polizia armata che cerca i terroristi e gente terrorizzata che fugge.
Il presidente Hollande , che stava asssitendo ad una partita di calcio, è stato portato via di peso dalle forze di sicurezza e sembra che fosse anche lui molto terrrorizzato.
Si parla adesso di circa 60 morti secondo un primo calcolo ma si odono altri colpi di armi da fuoco e raffiche di armi automatiche.




Non si sa ma è probabile che  i terroristi siano gli stessi miliziani jihadisti che ritornano dalla Siria (i foreign fighters) e che portano la loro rabbia per i colpi inferti loro dai bombardamenti dell’aviazione russa ed adesso sfogano la loro rabbia tornando al paese d’origine.

Non  si sa neppure, ma si può presumere, che i terroristi stiano utilizzando le stesse armi che hanno ricevuto dai paesi occidentali, Francia inclusa, per combattere contro l’Esercito siriano e per roversciare il governo del Presidente Al -Assad. In questo caso, visto che la Francia è stata in prima linea per armare ed appoggiare i terroristi in funzione anti Assad, si potrebbe dire che la Francia raccoglie quello che il suo governo, assieme agli USA ed agli altri governi occidentali, con la loro sciagurata politica hanno  seminato in questi anni.

Il terrorismo è un mostro che prima o poi morde la mano anche di chi lo ha alimentato e la Francia di Hollande e di Fabius ha delle pesanti responsabilità in questo senso.




Il presidente Assad aveva a suo tempo avvisato gli europei che prima o poi sarebbe successo ma i media occidentali lo avevano deriso.

Adesso sta accadendo esattamente quello che il governo siriano aveva previsto. Facile pensare che cercheranno di distorcere gli avvenimenti e presentarli in modo diverso, come sempre hanno fatto.

Fonte: www.controinformazione.info