Seguici su: Pinterest


Con un’autonomia variabile da 800 a 1200 km, e la velocità di ricarica record di soli 15 minuti per fare un pieno, “gli autocarri elettrici a lunga percorrenza” Nikola One e Two, rappresentano la prima gamma di autocarri con motore elettrico/idrogeno costruiti dalla Nikola Motor Company.

Si tratta nello specifico di autocarri ad idrogeno con trazione elettrica che promette il dimezzamento dei costi di gestione rispetto a quelli di un tradizionale veicolo diesel. Sarebbero frutto di una visione “di gamma” (e quindi strategica). “Bosch – spiega Markus Heyn, membro del Board of Management di Bosch GmbH responsabile della Commercial Vehicle Organization – è un incubatore di soluzioni per elettromobilità, sia che si tratti di OEM affermati o di start-up, Bosch sta imprimendo una forte accelerazione allo sviluppo permettendo di ridurre i tempi di introduzione sul mercato”.



A lui ha fatto eco Trevor Milton fondatore e CEO di Nikola: “Stiamo perseguendo – ha spiegato – con grande determinazione il nostro obiettivo di introdurre nel mercato il semirimorchio più innovativo mai costruito prima. Il sistema di propulsione richiede un partner innovativo e flessibile in grado di adattarsi rapidamente al ritmo del nostro team. Bosch ci ha messi in condizione di presentarci sul mercato in tempi rapidi con soluzioni hardware e software innovative”.

Il segreto di questo super camion starebbe nel “sistema eAxle” sviluppato da Bosch, ossia una specie di power unit modulare adattabile a diversi tipi di veicolo, forse anche alle auto di domani. Motori da record: più di 1.000 CV e 2.712 Nm di coppia, all’incirca il doppio della potenza di qualsiasi semirimorchio in circolazione. Le batterie sono da 320 kWh. Ulteriori informazioni sul sito ufficiale nikolamotor.com/one. Linkiamo qui sotto il video ufficiale della presentazione diffuso dal Canale YouTube dell’azienda:

Fonte: www.globochannel.com

Seguici su: Pinterest

CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere