481
Il recente furto di dati di dati sensibili nel Web, tramite il bug Heartbleed, mi ha fatto riflettere su un punto alquanto inquietante: il microchip Rfid. Come sappiamo nulla avviene per caso e visto che la NSA (National Security Agency) conosceva già l’esistenza del bug, secondo il mio modesto parere, l’attacco informatico per il furto di dati sottoposti a privacy, molto probabilmente è partito direttamente da chi dovrebbe proteggerci: i nostri governi corrotti.

Praticamente è in atto il solito processo ingannatore: problema > reazione > soluzione




NWO: Problema > Reazione > Soluzione – David Icke

Il problema è il furto di dati, password e PIN di carte di credito su internet; la reazione delle persone come al solito è la paura e la successiva richiesta ai governi di una soluzione, che è già bella e pronta sul tavolo, è il: Microchip RFID




e-tattoo-skin-sensor-640x353Come ben sapete, in alcune aree del mondo, i sistemi di pagamento che richiedono la scansione palmare o facciale, sono già in fase di sperimentazione. Siamo entrati in un’era in cui la sicurezza biometrica è stata salutata come la “soluzione” da sostituire ai metodi antiquati di protezione. Ci viene promesso che, i problemi che gli hacker stanno causando, saranno un brutto ricordo una volta che si passerà al sistema di identificazione biometrica.

IMPIANTO RFID È REALTÀ

Senza dubbio, abbiamo enormi problemi di sicurezza che devono essere affrontati, ma vuoi veramente che una macchina legga il tuo viso o la mano prima di essere in grado di comprare o vendere qualsiasi cosa? Vuoi davvero che “il sistema” sia in grado di sapere dove sei, cosa stai comprando e cosa stai facendo, praticamente, sempre, in ogni momento? I sistemi di sicurezza biometrici vengono propagandati come “cool” e “all’avanguardia”, ma c’è anche un lato molto oscuro che non dovrebbe essere ignorato.

Nei tempi attuali, il furto d’identità è diventato un problema gigantesco. Essere in grado di confermare che siete chi dite di essere, è molto importante. Per molti, la sicurezza biometrica presenta una soluzione interessante a questo problema. Ad esempio, il seguente è un breve estratto da un recente articolo di Fox News intitolato “Per alcune persone è troppo presto per l’uso della sicurezza biometrica”:

In un mondo in cui quasi ogni ATM (bancomat) utilizza un sistema operativo senza alcun supporto tecnico, dove un bug può costringere tutti gli utenti di Internet a cambiare la password, la capacità di usare la voce, il dito, il tuo viso o una combinazione dei tre per accedere alla tua e-mail, al tuo feed social media o al vostro conto corrente, consente di garantire la difficoltà per chiunque altro di sostituirvi a voi.

Quasi tutti vorrebbero che la propria identità sia al sicuro. Nessuno vuole i propri conti bancari compromessi o le proprie password su Internet rubate, ma c’è un prezzo da pagare per l’adozione dei sistemi biometrici di identificazione. Il tuo viso o la mano verranno utilizzati per monitorare costantemente e tenere traccia di tutto quello che fai e di ovunque tu vada:

Venerdì, Ryan è stato l’uomo più verificato di Brooklyn.

“Verificato”, cinguettò il dispositivo di riconoscimento delle impronte digitali dopo che Ryan ha messo il dito sul lettore.

“Verificato”, disse il dispositivo di riconoscimento facciale dopo la scansione del volto di Ryan.

Ryan lavora presso la sede americana della FingerTec, una società malese che lavora per lo sviluppo di sistemi biometrici d’identificazione.

Per ora, la gente ancora non è costretta all’uso dei sistemi di sicurezza biometrica. Se si vuole evitare di usarlo, ancora è possibile, ma alla fine, una volta che questo metodo sarà adottato in modo capillare, le banche e le agenzie governative inizieranno ad imporlo.

Ed è facile immaginare un giorno in cui nessuno di noi sarà più in grado di acquistare o vendere qualsiasi cosa senza sottomettersi a tali sistemi, infatti, un “metodo di pagamento alternativo”, che coinvolge la scansione della mano, è già in fase di test nel sud della Svezia:

La scansione della mano è diventato un metodo di pagamento alternativo per i residenti di una città nel sud della Svezia:

I terminali di scansione Vena, sono stati installati in 15 negozi e ristoranti di Lund grazie ad uno studente di ingegneria che ha avuto questa idea perché stufo di attendere in fila per pagare.

Altre 1.600 persone già hanno firmato per l’adozione del sistema, che il suo creatore dice che non è solo veloce, ma anche più sicuro rispetto ai metodi di pagamento tradizionali.

magic-band-heroI giovani tendono ad essere meno allarmati da questa tecnologia, infatti, scanner biometrici stanno per essere utilizzati, questa estate, nel parco divertimenti Six Flags:

Un nuovo sistema di scansione sta arrivando a Six Flags, ma lo scanner biometrico mira a rendere veloci gli ingressi al parco per i possessori di Pass stagionale.

Quando gli ospiti arriveranno davanti al cancello per la prima volta questa stagione, uno scanner elaborerà un’immagine delle loro impronte digitali ed assegnerà un unico insieme di numeri che verranno utilizzati per convalidare la carta del titolare del pass ad ogni visita.

La prima visita dovrebbe prendere solo circa 20 secondi per configurare la scheda.

Per non parlare di quello che sta facendo la satanica Disney a proposito di microchip.

Disney: Messaggi Subliminali nei cartoni

Incredibilmente, i sistemi biometrici di identificazione vengono utilizzati anche in Africa per tenere traccia di chi viene vaccinato:

In realtà, alcune soluzioni biometriche stanno aiutando a risolvere i problemi di consegna del vaccino in Africa che è stato ostacolato dal monitoraggio inefficace. Oggi, un registro biometrico sulla vaccinazione, contribuisce a garantire che milioni di bambini ricevano il vaccino necessario a salvare le loro vite. Con questo metodo si tiene traccia di “chi” è stato vaccinato così che, questi preziosi farmaci salvavita, non saranno sprecati da un eccesso di vaccinazione per alcuni e manca del tutto per gli altri.

Questa tecnologia sta iniziando ad essere diffusa ed evitarla sarà sempre più difficile ed è facile immaginare che cosa, un governo tirannico come quello europeo ed americano, potrebbe fare con questo tipo di tecnologia. Se si volesse, oltre ad usarlo per tracciare letteralmente i movimenti e il comportamento di tutti, si potrebbe anche far impazzire (voci nella testa) o addirittura uccidere (bloccando il cuore) una persona, visto che un microchip RFID è progettato anche per riceverli i segnali, oltre che per inviarli.

fbi 01Stiamo già iniziando a vedere la creazione di enormi database biometrici.

Uno di questi è il database di riconoscimento facciale dell’FBI, che è una parte del loro programma “Next Generation Identification”.

Si prevede che, entro il 2015, l’FBI avrà archiviato 52 milioni delle nostre “immagini facciali”.

Next Generation Identification fbiMolto probabilmente un giorno, se come al solito non ci opporremo a tutto questo, tale tipo di tecnologia sarà probabilmente così pervasiva che non saremo più in grado di aprire un conto in banca, di ottenere una carta di credito o, addirittura, comprare qualcosa senza avere né la mano, o il viso, prima digitalizzati…quando quel giorno arriverà, cosa farai? 

Fonte L’UNIVERSO VIBRA

Non perdetevi i nuovi aggiornamenti, seguiteci nella App per cellulari 




CONTINUA A LEGGERE >>