Pechino è contro l’uso della forza militare in Siria, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying, commentando le dichiarazioni del segretario di Stato Rex Tillerson, secondo cui il presidente cinese avrebbe dichiarato a Trump durante il loro incontro di “comprendere” il raid missilistico contro la base militare siriana.

Donald Trump ha personalmente informato Xi Jinping, in visita negli Stati Uniti, del raid missilistico contro la base aerea delle forze governative siriane. Mentre la Siria veniva bombardata i presidenti di Cina e Stati Uniti stavano cenando a Mar-a-Lago, in Florida. Secondo Tillerson, Xi ha detto che “capisce” la reazione degli Stati Uniti “per le morti dei bambini.”



“La Cina da sempre è contraria all’uso della forza militare nelle relazioni internazionali, ed è a favore del rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale degli altri Paesi. Riteniamo che una soluzione politica sia l’unico modo per risolvere la crisi siriana,”

— ha detto Hua Chunying in merito alla richiesta dei giornalisti di chiarire se il segretario di Stato americano aveva interpretato bene le parole del presidente cinese Xi Jinping.

Hua Chunying ha sottolineato che il compito principale al momento è evitare un’ulteriore escalation in Siria e garantire la continuità del processo politico, che è andato avanti con grande difficoltà.

Ha aggiunto che il popolo siriano dovrebbe decidere il futuro del proprio Paese e la comunità internazionale dovrebbe rispettare questa scelta.

Fonte: it.sputniknews.com








_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere

[wysija_form id="1"]