3150
La grave provocazione a cui abbiamo assistito oggi costringerà la Russia a schierare quanto prima  in Siria i più avanzati mezzi di guerra elettronica per prevenire altre aggressioni come quella che ha portato all’abbattimento del Su-24 da parte dei Turchi; lo ha dichiarato il Generale Evgeny Buzhinsky, già Capo del Dipartimento Relazioni Estere del Ministero della Difesa moscovita.

La Russia attiverà nel teatro operativo Siriano aerei speciali e mezzi di disturbo e confusione radio-elettronica per garantire la sicurezza dei suoi aerei e prevenire gli incidenti come quello che è successo al confine tra Siria e Turchia. Il Ministero della Difesa russo ha assicurato che il bombardiere si trovava entro il territorio siriano di parecchi chilometri e, ad ogni modo, un aereo che sconfina, specie quando si sa che oltre la frontiera si svolgono legittime operazioni militari, non può essere trattato come un invasore, ma va intercettato e pacificamente ricondotto fuori dallo spazio aere eventualmente violato.




Evgeny Buzhinsky è convinto che grazie ai mezzi di controllo obiettivo si potrà stabilire con certezza come e dove è stato abattuto l’aereo, escludendo ogni equivoco e mettendo Ankara di fronte alle proprie responsabilità. “Se vogliamo parlare dell’impatto che questo incidente potrà avere sull’ulteriore svolgimento dell’operazione, credo che la Russia sarà costretta a usare mezzi elettronici e aerei speciali per difendere i nostri piloti dagli attacchi dei missili”, ha quindi ribadito.

Pubblicato da Suleiman Kahani

DA palaestinafelix.blogspot.it




Tratto da: lastella