2858

Come disintossicarsi dai metalli pesanti

Metalli pesanti come alluminio, mercurio e piombo tendono ad accumularsi nel corso del tempo nell’organismo determinando l’insorgenza di patologie cardiache, problemi alla tiroide, problemi neurologici, autismo, infertilità. Oggi, però, è possibile disintossicarsi daimetalli pesanti e ridurre enormemente i loro effetti negativi e il loro impatto sulla salute.

La chelazione è un processo di depurazione dai metalli pesanti  grazie al quale queste sostanze vengono rimosse dall’organismo. Poiché è un processo delicato e potenzialmente dannoso, se non correttamente eseguito, è consigliabile un parere medico prima di assumere prodotti per la chelazione dei metalli pesanti.

  1. Non eccedere nel consumo di pesce

I pesci, specialmente quelli che vivono a lungo, immagazzinano mercurio dall’acqua del loro habitat. In particolare, pesci come tonno e pesce spada tendono ad avere alti livelli di mercurio. Come disintossicarsi dai metalli pesanti? Evitando il consumo eccessivo di alcune specie ittiche.

  1. Amalgama al mercurio

Se avete amalgama dentale in metallo, riconoscibile dal colore scuro o argenteo, a seconda della lega utilizzata, è possibile che tale sostanza sia amalgama al mercurio, quindi il primo passo per disintossicarsi dai metalli pesanti è quello di sottoporsi ad una visita al presso il vostro dentista che valuterà la rimozione di tali amalgame

  1. Thimerosal e vaccini

Chiedete sempre vaccini privi di mercurio. Anche se il Thimerosal (composto organo-mercuriale) è stato rimosso dalla maggior parte dei vaccini, è ancora presente nei vaccini antinfluenzali e in molti altri. Sono sempre disponibili alternative, prive di questo composto organo-mercuriale, provate quindi a chiederle e ricordate che solo la disinformazione è il nostro reale nemico.

  1. Inquinamento e smog

E’ risaputo che non vi è nulla di positivo nell’inquinamento, ma occorre essere consapevoli che anche l’inquinamento dell’acqua e dell’aria è fonte di metalli pesanti. Occorre evitare quindi di frequentare aree inquinate.

  1. Pitture al piombo

Fino al 1970 la pittura veniva prodotta con il mercurio. In caso voi abitiate in una vecchia abitazione c’è un’alta possibilità che vi siano tracce di vernice al piombo.

Non temete, se siete preoccupati per una possibile esposizione al mercurio. Il vostro medico, se rileverà un carico da mercurio, vi potrà prescrivere i trattamenti più adeguati per disintossicarvi.

  1. Coriandolo: come disintossicarsi dai metalli pesanti naturalmente

Il coriandolo è un agente chelante naturale efficace. Si consiglia di utilizzare il coriandolo in cucina, in dosi moderate, ad esempio nel pesto e consumarlo regolarmente per alcune settimane. Attenzione se siete però   in terapia, non esitate a consultare il vostro medico prima di un eventuale consumo.

  1. Diete depurative

Una dieta sana ed equilibrata è alla base di una corretta disintossicazione da metalli pesanti. Bevande e diete depuranti vanno molto di moda oggi giorno ed è impossibile non imbattersi in una dieta anche grazie alla popolarità data da attrici e cantanti. Ma lo scopo principale della maggior parte di queste diete depurative è solamente quello didimagrire, mentre l’obbiettivo delle vere diete depurative è quello di garantire un beneficio più a lungo termine, sia fisico sia mentale, ripulendo l’organismo da sostanze potenzialmente dannose.

  1. Eliminare le tossine



Prima di pensare ad eliminare i metalli pesanti è importante iniziare un processo di depurazione più profondo eliminando la fonte delle tossine che si introducono nel nostro corpo e che talvolta sono la causa dell’insorgenza di gravi patologie. In prima battuta è importantissimo eliminare il consumo di alcol e sigarette.

  1. Drenaggio

Un corretto ed efficace processo di drenaggio dell’organismo prevede la supplementazione di prodotti omeopatici o integratori alimentari. E’ bene, comunque, prima di assumere tali prodotti, consultare il medico.

10. Bere acqua

L’acqua è la sostanza depurativa per eccellenza ed è la prima che possiamo assumere
E’ possibile rendere più appetibile l’acqua, insaporendola con succo di limone o cetriolo.

11. Cambiare la dieta

In molti ci chiedono su come disintossicarsi dai metalli pesanti, e come già ribadito, non tutte le diete sono adatte per una corretta disintossicazione dell’organismo. E’ importante ridurre il più possibile ilconsumo di carne, l’assunzione di glutine, di latticini e in particolare di crostacei. Inoltre, è bene ricordare che i dolcificanti artificiali sono ricchi digrassi saturi, e sono una delle prime cause compromettono la buona riuscita del processo depurativo.

12. Fare il pieno di Vitamine e Sali minerali

Oltre ad eliminare tossine e metalli pesanti è importante assumere determinati nutrienti, quali Vitamine e Sali minerali, indispensabili, per permettere al corpo di funzionare al meglio.

Secondo la USDA, il Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti D’America, i seguenti alimenti sono fonti di vitamine e Sali minerali così importanti da venire sempre consigliati in una dieta ottimale:

13. Non dimenticare erbe e spezie

Erbe e spezie permettono, in maniera efficace, una disintossicazione da  metalli pesanti, se consumati in maniera appropriata e assimilati adeguatamente. La Agency for Healthcare Research and Quality riporta che le spezie come il Cardo mariano (Silybum marianum), Chiodi di Garofano (Eugenia aromatica) Aglio (Allium sativum) e Curcuma (Curcuma longa) possiedono forti proprietà antiossidanti .

14. Come disintossicarsi dai metalli pesanti? Conclusioni

Siamo giunti alla conclusione del nostro articolo ed occorre ricordare che i reni, il fegato e il sistema gastrointestinale svolgono il compito di rimuovere le tossine, ma inquinamento, pesticidi e altre sostanze tossiche riescono con il tempo a compromettere l’efficienza di tali organi. Decidere di eliminare i metalli pesanti seguendo anche solo alcuni dei punti sopra esposti vi darà molti benefici, donandovi più energia e facendovi sentire meglio.

Fonte: Autore: redazione naturopataonline.org

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Le informazioni diffuse dal sito non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni e alle indicazioni dei professionisti della salute che hanno in cura il lettore, l’articolo è solo a scopo informativo.

CONTINUA A LEGGERE >>








_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere