1639

1639
in foto: Due specie di termiti hanno dato vita ad un ibrido

di Zeina Ayache

Le due specie di termiti più dannose del mondo si stanno accoppiando e hanno dato vita ad ibridi ancor più pericolosi.

Nel sud della Florida, due tra le specie di termiti più distruttive al mondo stanno brulicando insieme e potrebbero dar vita a colonie di soggetti ibridi con capacità distruttive elevate, in grado di crescere più rapidamente e di migrare in altri Stati. Uno studio sta analizzando i rischi potenziali di questi nuovi isotteri e se siano in grado di riprodursi.

Le super termiti ibride

Gli scienziati dell’Università della Florida hanno pubblicato su PLOS ONE una ricerca intitolata “Hybridization of Two Major Termite Invaders as a Consequence of Human Activity” (“Ibridazione di due delle termiti più distruttive come conseguenza dell’attività umana”) attraverso la quale cercano di comprendere le conseguenze che potrebbero avere le nuove super termiti nate dall’accoppiamento tra due delle specie più distruttive al mondo.

Due specie temibili

termite 1
in foto: L'ibrido nato dalle due termiti sarà ancor più dannoso

Ogni anno provocano infatti circa 40 bilioni di dollari di danni, stiamo parlando delle termiti “Formose sotterranee” e le “Asiatiche sotterranee”. Le prime, cui vero nome è Coptotermes formosanus, sono endemiche della Cina e di Taiwan, si trovano in generale nelle regioni subtropicali e ogni anno, solo agli Stati Uniti, costano 1 bilione di dollari. La regina della colonia vive circa 15 anni e produce fino a 2.000 uova al giorno, sono lunghe dai 14 ai 15 mm e si nutrono di tutto ciò che contiene legno, dagli alberi alle case. Le seconde, cui vero nome è Coptotermes gestroi, sono del sudest asiatico, si trovano in molte regioni tropicali e sono considerate le termini più distruttive del mondo. La regina della colonia può vivere fino a 20 anni e produce circa 1.000 uova al giorno, sono lunghe dai 13 ai 14 mm e le loro colonie sono composte da 60.000 a 1 milione di termiti.



L’ibridazione

termite 2
in foto: Le case degli abitanti del sud della Florida sono fortemente a rischio

Fino a qualche anno fa, gli studiosi erano convinti che le due specie vivessero separate, ma nel sud della Florida hanno trovato un habitat comune che, con il tempo, le ha portate ad accoppiarsi. Secondo i dati rilevati nel 2013, i maschi delle termiti asiatiche preferirebbero addirittura corteggiare le femmine delle Formosa. Mentre gli scienziati sono all’opera per capire se gli ibridi siano in grado di procreare, il professor Nan-Yao Su, entomologo dell’UF Fort Lauderdale Research and Education Center, spiega che dovremmo comunque iniziare a preoccuparci perché “una colonia di termiti può vivere fino a 20 anni con milioni di individui, i potenziali danni di una colonia di ibridi devono essere seriamente considerati indipendentemente dalla capacità dei soggetti di riprodursi”. Le prime analisi effettuate sui nuovi nati hanno dimostrato infatti come, oltre ad essere più dannosi, siano anche in grado di svilupparsi al doppio della velocità rispetto alle specie di termiti dalle quali provengono.

Il futuro è incerto

Il professor Su ritiene che allo stato attuale siamo in grado di vedere unicamente la punta di un iceberg che non sappiamo quanto sia grande, quanto ai proprietari di casa, il consiglio è quello di continuare ad utilizzare esche e liquidi insetticidi, uniche “armi” che possono evitare che le termiti distruggano le abitazioni che, negli Stati Uniti, sono in legno.

[Foto da PLOS ONE]

Fonte: scienze.fanpage.it

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere