2182Ecco un elenco delle richieste del FMI al popolo greco, il famoso “memorandum” rigettato dall’attuale governo:

1.Imporre il 23% di IVA sui ristoranti
2.Abolire l’esenzione dall’IVA nelle isole
3.Imporre un anticipo fiscale del 100% agli imprenditori e ai lavoratori autonomi
4.Abolire gli sgravi fiscali per gli agricoltori (per esempio sul gasolio)
5.Tagliare di 900 milioni (0,5% del PIL) le spese sociali
6.Ridurre immediatamente i pensionamenti anticipati
7.Abolire gradualmente i sussidi di solidarietà ai pensionati
8.Applicare pienamente la legge 3826/2010 sui fondi di sicurezza sociale, che era stata adottata con i memorandum
9.Realizzare il pareggio nel bilancio delle pensioni e caricare tutto il finanziamento delle pensioni integrative sulle spalle dei lavoratori
10.Abolire i contributi speciali che finanziano i fondi pensionistici, con il risultato di una riduzione di 700 milioni di euro.
11.Aumentare i contributi per la sanità a carico dei pensionati dal 4 al 6 per cento
12.Congelare le pensioni fino al 2021
13.Consentire per legge i licenziamenti di massa e non tornare ai contratti collettivi senza la preventiva approvazione da parte delle istituzioni europee
14.Ridurre, sui conti bancari con meno di 1.500 euro, il limite dei prelievi forzosi
15.Aumentare il tasso di interesse per la ristrutturazione del debito di cittadini e imprenditori
16.Ridurre i salari del settore pubblico
17.Mettere pienamente in opera le misure previste dall’OCSE approvate dal precedente governo (nonostante il fatto che il nuovo governo greco abbia già concordato con l’OCSE un nuovo e diverso piano)
18.Misure che minacciano seriamente la produzione farmaceutica greca.
19.Procedere con la privatizzazione della Independent Power Transmission Operator
20.Vendere le quote pubbliche delle aziende di telecomunicazione Greche
21.Non imporre il contributo speciale del 12% sui profitti maggiori di 500.000 euro nel 2014
22.Non far tornare ai livelli del 2014 i contributi dei datori di lavoro per le pensioni e la sicurezza sociale.



Le ho lette con attenzione, e alcune di esse mi sembrano quasi ragionevoli, ma poi ho notato un particolare.
NESSUNA , dico nessuna di queste raccomandazioni è accettabile per un governo di sinistra come quello di Syryza, fatte apposta per colpire il suo elettorato .
Un paio di norme riguardano il calo delle tasse, ovvero la 21, che vuote togliere la tassazione aggiuntiva per chi guadagna oltre i cinquecentomila euro e l’altra, la 22 vuole impedire una aumento dei contributi sociali da parte dei datori di lavoro.
Non sono io certo quello che parlerà a difesa dei demagoghi di Syriza, ma questa volta i soliti burocrati di Bruxelles hanno fatto una vera porcata.

sembra quasi che abbiano cercato lo scontro , i birichini.

Intanto, nella Terra Dei Pazzi i sanguinari nazifroci hanno ottenuto una vittoria, la parola Kukhol ,”zazzeruto”, in russo, appellativo denigratorio degli ucraini dell’ovest, è stata definita “razzista” da Facebook, e chi la usa rischia di essere bannato.

Ok, scriverò xoxol, da ora in poi.

Fonte: www.rischiocalcolato.it

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere