2058Alla fine sta accadendo, ad Atene (nel resto della Grecia non saprei io ho avuto conferma telefonica diretta da li, un Panico relativamente ordinato per ora) mentre scrivo è in corso la più classica delle corse ai bancomat e agli sportelli.

Diciamo che siamo leggermente in zona Cesarini, buona fortuna ai correntisti greci.

dal Fatto quotidiano

…la Banca centrale europea ha convocato una riunione straordinaria del Consiglio direttivo per discutere la situazione e decidere se aumentare la liquidità di emergenza (Ela) che tiene a galla gli istituti. Di fronte alla corsa agli sportelli dei connazionali, spaventati dalla possibile chiusura degli istituti da lunedì e dall’introduzione di controlli al movimento dei capitali, il premier greco Alexis Tsipras continua a gettare acqua sul fuoco…..

Intanto Tsipras e Putin… da Affari Italiani



Proprio mentre l’uscita della Grecia dall’euro sembra sempre più vicina, Tsipras dà uno schiaffo a Ue e Usa. Intesa con Putin: il gasdotto russo Turkish Stream passerà sul territorio greco. Da Mosca prestito sul 100% della spesa.

E’ stata infatti raggiunta un’intesa preliminare fra Russia e Grecia per il passaggio del gasdotto Turkish Stream sul territorio greco. E’ stata siglata oggi, riporta Bloomberg, a San Pietroburgo dai ministri dell’Energia dei due Paesi. Mosca, ha spiegato Alexander Novak, fornirà ad Atene un prestito pari al 100% dell’importo del gasdotto e Gazprom non controllerà la tratta.

Una mossa, quella di Tsipras, che indispettirà non solo l’Unione Europea che proprio in questi giorni è coinvolta in un interminabile negoziato con Atene, ma anche, e forse soprattutto, gli Stati Uniti, primi oppositori del progetto Turkish Stream e fautori invece di progetti alternativi che possano portare all’indipendenza energetica dell’Europa nei confronti della Russia.

Dunque mentre la (N)Europa discute di sanzioni alla Russia, Tsipras ci fa affari.

E’ un gioco di specchi?

Popcorn per tutti, che lo spettacolo deve ancora cominciare. Da Lunedì il controllo dei capitali (ammesso che le banche rimarranno aperte) è garantito.

Fonte: www.rischiocalcolato.it

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere