I sostenitori del Partito Comunista di Grecia (KKE) hanno cercato di abbattere la statua dell’ex presidente degli Stati Uniti Harry Truman ad Atene durante un’azione di protesta contro l’attacco missilistico in Siria.




I manifestanti hanno tentato di segare le gambe della statua e ribaltarla con le corde, ma la polizia è intervenuta e ha disperso la folla, usando gas lacrimogeni. Il monumento ha subito danni lievi, almeno tre manifestanti sono rimasti feriti alla testa, riferisce Reuters.

“Quello che abbiamo fatto oggi è un passo simbolico contro gli Stati Uniti e la guerra in Siria”, ha detto il portavoce Yorgos Perros. Secondo lui, questa statua è “un simbolo dell’imperialismo USA”.

Ricordiamo che il gruppo di attacco guidato dalla portaerei portaerei della Marina statunitense, Harry Truman ha già iniziato al sua navigazione verso la Siria nel Mar Mediterraneo.

Gli attacchi alla Siria con missili da crociera sono stati condotti dal sottomarino John Warner della classe Virginia.

Sabato sera, Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia hanno lanciato 103 missili in Siria. La difesa aerea siriana ha intercettato 71 missili da crociera della coalizione occidentale.

Fonte: it.sputniknews.com

CONTINUA A LEGGERE >>