1640
1640Se ci fosse stata una telecamera fissa sopra Berlino negli ultimi due o tre anni, avremmo potuto notare come progressivamente la città si sia colorata sempre più di verde. La capitale tedesca sta infatti conoscendo, più di tante altre, un incremento esponenziale del numero degli orti urbani. Ma quali sono le più importanti iniziative che fanno di Berlino la principale candidata a diventare capitale europea degli orti urbani?

allmende kontor

Ne abbiamo già parlato, l’Allmende Kontor è un grande orto urbano costruito sulle piste d’atterraggio dello storico aeroporto di Tempelhof, usato in epoca nazista e poi dismesso. Al posto delle distese di asfalto oggi si possono vedere, sulla linea d’atterraggio, fiori, piante e ogni tipo di ortaggio, per partecipare al progetto basta ritargliarsi uno spazio e dargli un nome. Ci si può costruire tutto quello che può essere utile alla coltivazione, purchè amovibile. Dove prima partivano e atterravano aerei dagli intenti bellicosi, oggi si coltiva all’insegna dell’armonia, una bella parabola che i berlinesi sembrano decisamente apprezzare.

berlin rooftop garden

Se negli ultimi due anni la coltivazione sui tetti ha contagiato sempre più abitazioni e palazzi, sostituendo il rosso e il grigio delle coperture con il verde delle piante, alcune coltivazioni d’alta quota sono proprio degne di nota, anche solo per il nome che portano. È il caso della Nokia che non è rimasta impassibile al trend berlinese e ha trasformato il tetto del proprio quartier generale in un oasi verde con spazi dedicati alla coltivazione biologica. L’iniziativa ha riscontrato grande successo tra i dipendenti del colosso finlandese, i quali, oltre a dedicarsi con entusiasmo e costanza alla cura delle aiuole, hanno addirittura fondato il Nokia Berlin Gardening Club.



prinzessinnengarten berlin

E se il gardening è una delle passioni più sentite dai berlinesi, va anche detto che non lo è nei termini di “ognuno cura il suo orticello”. Sono davvero molte infatti le realtà dove alla base c’è la condivisione, anzi, si può affermare che l’aumento di orti urbani a Berlino è proprio dovuto alla nascita di diversi community garden, dove i cittadini possono condividere esperienze e frutti del proprio lavoro, ma soprattutto spazio e tempo per ritrovarsi e socializzare.
Uno dei più famosi community garden si Berlino è il Prinzessinnengarten. Nato nel 2009, il “Giardino delle Principesse” è oggi un orto urbano molto partecipato e conosciuto in città, dove all’attività di coltivazione si sono aggiunti col tempo anche altri progetti, sempre dal sapore ecologico e sociale, come un chiosco bio, un mercatino che vende i prodotti della terra e uno spazio dedicato all’arte dove si possono ammirare, tra il verde, opere e installazioni.

Non si sa quale sia la vera ragione del massiccio diffondersi di questo fenomeno a Berlino. Forse, come ha detto Burkhard Schaffitzel, uno dei fondatori di un altro grande orto comunitario, Ruebezahl Garten, “Londra e Parigi sono saturi, qui c’è ancora posto per piantare ortaggi”, forse è il bisogno di far parte di nuove comunità e reti sociali o forse, semplicemente, è la riscoperta del piacere di sporcarsi le mani e godere in modo sano e divertente dei frutti del proprio lavoro.

foto1: Jacopo Ghisolfi
foto2: jack-opo
foto3: Klisoura
foto4: Inhabitat

Fonte: growtheplanet.com

TRATTO DA: comune-info.net

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere