In Bolivia, è stata scoperta la donna più anziana del mondo, il cui record di longevità non è mai stato registrato. I giornalisti dell’agenzia di stampa Associated Press hanno parlato con lei.

Julia Flores Colque è nata il 26 ottobre 1900 nella città di Sakaba in una famiglia Quechua. Ha trascorso la sua prima infanzia tra le montagne con i pastori, poi si è trasferita in città, dove fino alla vecchiaia ha venduto frutta e verdura coltivata da lei. Colque definisce il cibo sano il principale segreto della sua longevità, anche se ammette che a volte si permette di mangiare una torta o bere una lattina di soda. Non è mai stata sposata e non ha avuto figli.




Colque ha detto che passa le giornate suonando il tradizionale strumento musicale charango, un analogo a cinque corde di un liuto. Canta spesso canzoni in lingua quechua. Vive insieme ai suoi cani, gatti e polli. È piena di vita ed energia e ama coccolarsi con pasticcini fatti in casa. Si occupa di Colque sua nipote sessantacinquenne, Agustina Berna.

La boliviana è infatti la donna più anziana del mondo. È più vecchia dell’ultimo detentore del record mondiale, la donna giapponese Tie Miyako, nata il 2 maggio 1901, morta a luglio. Tuttavia, i rappresentanti del Guinness dei primati hanno dichiarato di non aver ricevuto un’applicazione da Colque. Come i giornalisti hanno scoperto, non aveva idea dell’esistenza di un registro di questo tipo.

Le autorità di Sakaba hanno riconosciuto Kolka come “patrimonio vivente”. Con i soldi del governo e fondi privati ​​sono state fatte riparazioni a casa sua, è stata fatto un vialetto in piastrelle in cortile e delle ringhiere sulla parete di casa in modo che vecchietta possa reggersi la sera sulla strada per andare in bagno situato in una stanza separata. Diversi anni fa, Colque si è gravemente fatta male alla schiena. I medici hanno detto che non sarebbe stata in grado di camminare, ma la donna ha sconfessato le loro previsioni.

Fonte: it.sputniknews.com

CONTINUA A LEGGERE >>