Cari amici,

spesso gli euroscettici vengono visti come estranei ai media mainstream ed autoreferenziali. Eppure la verità dell’”Inferno Euro” sta, piano piano filtrando anche nei media più mainstream.

Un’ultima conferma la riceviamo da un giornale che non può essere sicuramente definito populista, anzi che , per esempio, è noto per le sue posizioni anti Trumpiane, cioè il Washington Post.  Il media dedica un pezzo alla Finlandia ed il messaggio è chiaro: l’Euro impoverisce tutti, anche quelli che seguono le sue indicazioni.

Riprendendo un tema posto in evidenza d Krugmann se confrontiamo Svezia e Finlandia, dall’entrata nell’euro , la seconda è diventata più povera della prima, che ha mantenuto la Corona Svedese:

Eppure la Finlandia è stata un pase virtuoso, ha fatto delle politiche di bilancio attente, non ha preso in prestito denaro per fare spese pubbliche folli, non ha creato bolle immobiliari, non ha alimentato un sistema bancario a rischio. La Finlandia è stato il perfetto paese dell’euro, ma , nonostante questo, è diventato più povero di un paese, la Svezia , che non è entrato nell’Euro.

Insomma c’è qualcosa di profondamente sbagliato nell’euro, qualcosa che impedisce di crescere, di migliroare il benessere collettivo.  La moneta unica impedisce di far fronte alle  crisi, alle necessità economiche ed agli eventi esterni, con la dovuta flessibilità , esponendo quindi le fragilità di ogni paese e rendendole drammatiche.

Ora se lo capisce un giornale “LIberal” come il Washington Post, perchè non lo capiscono i media italiani ? Semplicemente perchè sono al servizio di enti e poteri esterni.

Link diretto al WP

Fonte: scenarieconomici.it