4178
L’Ambasciata della Federazione Russa a Damasco è stata bombardata con colpi di mortaio; nessuno del personale della missione diplomatica è rimasto ferito, segnala il ministero degli Esteri.

“La missione diplomatica russa a Damasco è stata attaccata con colpi di mortaio. Una delle granate è esplosa sul territorio dell’ambasciata vicino al complesso residenziale. Solo per caso nessuno dei dipendenti della nostra ambasciata è diventato vittima. La missione diplomatica ha subito dei danni materiali. Due mine sono esplose nei pressi dell’Ambasciata”, — ha rilevato il ministero degli Esteri russo.

Il ministero degli Esteri ha chiarito che l’attacco è stato lanciato da un sobborgo della capitale siriana controllato da Al-Nusra e dal gruppo islamista Failak ar-Rahman.

“Ancora una volta i terroristi hanno messo a grave rischio la vita e l’attività dei diplomatici russi in Siria, sono state violate le norme fondamentali del diritto internazionale. Consideriamo il bombardamento dell’Ambasciata russa a Damasco come conseguenza delle azioni di coloro che, come gli Stati Uniti e alcuni dei suoi alleati, continuano a fomentare il sanguinoso conflitto in Siria, flirtando con i terroristi ed i fondamentalisti islamici di vario genere,” — ha sottolineato il dicastero russo.

“Siamo convinti che la risposta alle azioni provocatorie dei criminali debbano essere sforzi coordinati contro il terrorismo da parte della comunità internazionale,” — hanno aggiunto al ministero degli Esteri. Non è la prima volta che l’Ambasciata russa a Damasco è attaccata con colpi di mortaio: ci sono stati diversi episodi di questo tipo nel corso dello scorso anno.

Fonte: it.sputniknews.com

Tratto da: TERRA “REAL TIME”