1011
1011Il conflitto in Ucraina è una guerra per procura tra la Russia e il blocco NATO, guidato dagli Stati Uniti. Stephen Cohen

I social media sono andati letteralmente in fermento dopo che la CNN ha etichettato l’esercito ucraino, coinvolto nelle operazioni militari nel sud-est del paese, come “truppe filo-statunitensi”. Molti commenti online parlano di lapsus freudiano, sostenendo che smaschera la vera agenda dietro il conflitto.




Il titolo durante la trasmissione della CNN dedicata ai colloqui tra Barack Obama e il cancelliere tedesco Angela Merkel sulla risoluzione della crisi Ucraina, riporta: “Obama considera di armare le truppe filo-statunitensi”, il che implica che i soldati ucraini, attualmente coinvolti in un conflitto civile con le regioni separatiste nella parte orientale del Paese, stanno in realtà perseguendo l’agenda di politica estera americana.

E si riferiva alla richiesta del presidente degli Stati Uniti  alla sua squadra di prendere in considerazione la possibilità di fornire armi al governo ucraino.




Il testo scorre per diversi minuti prima e durante l’intervista di Carol Costello  con il tenente colonnello James Reese.

La scorsa settimana, Stephen Cohen, professore emerito di studi e politica russa presso la New York University e Princeton University, ha definito il conflitto in Ucraina una guerra per procura tra la Russia e il blocco NATO, guidato dagli Stati Uniti.

“Una controversia politica in Ucraina è diventata una guerra civile ucraina. La Russia sostiene un lato; gli Stati Uniti e la NATO, l’altro. Quindi non è solo una nuova guerra fredda, è una guerra per procura”, ha detto Cohen a Russia Insider.

fonte www.lantidiplomatico.it