4165
La influente organizzazione ILGA (International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex Association), si trova a promuovere in questo periodo una notevole sovvenzione diretta a “migliorare la diffusione ” della LGBT nella società civile.
Nonostante il fatto che il progetto di sovvenzione sia stato sviluppato dal ramo europeo della organizzazione LGBT, una precondizione della sua concessione di sovvenzioni è stata quella di promuvere questa ideologia verso l’Eurasia.

Vi sono state informazioni per cui si è inteso che le azioni dei beneficiari devono essere mirate vesrso la Russia, l’ Armenia e lì Azerbaiyán, la Bielorrusia, la Georgia, e l’ Ucrania, questo significa verso  tutti quei paesi che giustamente sono ancora ancorati ai valori tradizionali. Oltre agli ucraini, compresi i cittadini della Georgia, tutti questi in realtà non risulta che abbiano fretta di essere “eurointegrati” nonostante le attività dei Governi.

C’è di più:  una condizione importante per ottenere le sovvenzioni, è quella che il programma el destinatario non debba essere una associazione degli stessi LGBT, ma piuttosto “associazioni che non abbiano nulla a che vedere con la comunità degli LGBT”.  Di fatto, il testo dice esplicitamente che l’ organizzazione omosessuale si trova a patrocinare l’affossamento dei valori e delle norme tradizionali nell’Eurasia. Inoltre è possibile che gli omosessuali tentino di abbordare verso la perversione dei bambini, come sta diventando abituale in Europa.

Si ricorda  che la Russia è stata di recente riconosciuta come il luogo meno favorevole paer gli attivisti dell’LGBT, i cittadini di quel paese hanno accolto tale notizia con giubilo.
Nel frattempo, il 22 di Settembre del 2016, Bakù ha accolto la prima operazione di cambio di sesso e, cosa che è la più importante, questa riguardava un bambino di 12 anni . Nonostante il fatto che si trattasse di un caso medico (il bambino aveva organi sessuali femminili interni e quelli mascolini esterni) e i chirurghi erano del Ministero della Salute abbiano rilasciato i permessi, questo si è trasformato in un precedente. Molti dottori e futuri e potenziali pazienti hanno dichiarato che l’attuale operazione apre le porte parchè, in altre migliaia di casi, le persone che desiderano cambiare sesso si possano sottomettere ad operazioni chirurgiche per il cambio di sesso.

In forma interessante, dopo che il pubblico europeo si è reso conto che gran parte dei finanziamenti per l’organizzazione sono ricevuti direttamente dalla tesoreria della UE che si trova piana di entrate tributarie (Programma della Cittadinanza ed Eguaglianza dei Diritti 2014-20120 della UE), ci sono stati tentativi per protestare contro una simile assegnazione di risorse.

Tuttavia, si è appurato che, i fondi di cui avevano bisogno per il ramo europeo della ILGA, è stato finanziato  direttamente da George Soros. Gli organismi The Sigrid Rausing Trust (RU), Freedom House, ed il Dipartimento di Stato USA, risultano anche quelli donatori per il programma della ILGA.
Nel 2006, al ramo europeo della ILGA è stato concesso lo status speciale consultivo nel Consiglio Sociale ed Economico delle Nazioni Unite.



Le attività occulte di George Soros

Le attività occulte di George Soros sono state rese pubbliche di recente nei Files pubblicati da da DC Leaks, importanti documenti desecretati, hanno portato alla luce la strabiliante quantità di denaro versato da Soros nelle casse dei principali organismi ed esponenti politici e sindacali, impegnati in tutta Europa nella promozione dei “diritti” LGBT dell’immigrazione incontrollata in Europa, così come di altri movimenti diretti a sovvertire l’ordine sociale e le istituzioni tradizionali come la famiglia e le organizzazioni cattoliche (ed ortodosse) legate ai precetti tradizionalisti.
Tra questi, per quanto riguarda l’Italia, l’ “Associazione 21 luglio”, un’organizzazione non profit impegnata nella promozione dei diritti umani di rom e sinti su tutto il territorio nazionale, si è vista assegnare la cifra di 49.782 $ per il progetto “Per i diritti, contro la xenofobia”, svoltosi dal 1 gennaio al 1 luglio 2014.

Per quanto riguarda le attività per la diffusione del programma gender, risulta che la principale organizzazione italiana, l’Arcigay ha ricevuto ben 99.690 $ per un progetto, dal 1/12/2013 al 31/12/2014, dal titolo “LGBT Mob-Watch Italy-Europe 2014”, che si poneva l’obiettivo di “smuovere, canalizzare ed ampliare la voce e la domanda del popolo LGBT italiano ed i loro alleati per le elezioni europee del 2014, costruendo uno strumento permanente di monitoraggio, campagna, mobilitazione e lobbying per queste e le prossime elezioni”.

Assieme all’ “Arcigay”, la “Open Society” di Soros ha elargito altri sostanziosi fondi a progetti volti a promuovere campagne di “normalizzazione” LGBT.
Tra questi, la onnipresente “ILGA-Europe” si è vista donare 68.000 $ per il progetto “European elections 2014: “Cross-communities mobilization project for a universal and indivisible EU equality agenda”, mentre, in Grecia, l’organizzazione omosessualista “Athens Pride” ha ottenuto 26.000 dollari per il progetto “Vote for your rights” volto a promuovere la comunità LGBTQ greca attraverso l’organizzazione di eventi ed attività.

Tali documenti dimostrano come le istituzioni europee siano profondamente infiltrate da personaggi messi appositamente nei posti di potere per portare avanti l’agenda di sovversione internazionale: la fondazione ha passato al setaccio 26 delegazioni e 11 commissioni di Strasburgo. Il risultato è un elenco di 226 deputati «probabili alleati» dell’ Open Society.

Traduzione e sontesi:  Manuel De Silva

Fonti: Aurorasito

Katehon

Tratto da: www.controinformazione.info

Leggi anche: COME RENDERE ACCETTABILE UNA COSA INACCETTABILE(OVERTON)

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere