3689
Si chiama Giuseppe Barresi, lavoratore e prima ancora padre e nonno di famiglia, ha dichiarato apertamente che “Non pagherò tutte le tasse che lo Stato mi chiede e né mi suicidio. Mi appello ai principi dello stato di necessità e della capacità contributiva proporzionale al reddito”, stabilito dall’art. 53 della Costituzione, per legittimare il rifiuto categorico di continuare a contribuire, attraverso le tasse, alle spese per il mantenimento dei privilegi della classe politica che ci governa, vera protagonista di questa crisi economica.




Fonte: La7 Attualità