1579
1579“Dobbiamo contrastare la progressiva espansione della NATO verso est”, il ministro della Difesa dell’Iran Dehghan

 
L’Iran ha annunciato la sua disponibilità a cooperare con la Russia, la Cina e l’India per contrastare i piani della Nato sulla questione del suo scudo missilistico e le minacce provenienti dal blocco militare, ha detto a Mosca, in occasione dell Conferenza sulla sicurezza internazionale, il ministro della Difesa dell’Iran Hossein Dehghan .
 




“Condivido l’idea della cooperazione multilaterale nel campo della difesa tra Cina, Iran, Russia e India, per opporsi alla progressiva espansione della NATO  verso est e al dispiegamento dello scudo missilistico in Europa”, ha dichiarato Dehghan, rilevando che Teheran è pronto ad iniziare le consultazioni in merito, come riporta Sputniknews.
 

Ore dopo Dehghan è stato citato da RIA Novosti dicendo che la Russia, la Cina e l’Iran potrebbero tenere colloqui sulla difesa tri-partiti.
 

“Abbiamo discusso alcuni aspetti della sicurezza regionale. E’ stato proposto di tenere una riunione trilaterale tra Russia, Iran e Cina”, ha detto Dehghan dopo l’incontro con il ministro della Difesa russo, Sergey Shoigu.




Nonostante un accordo sul programma nucleare di Teheran, gli Stati Uniti manterranno le loro installazioni di difesa missilistiche in Europa concepite per far fronte alla “minccia” di un “Iran nucleare” , un pretesto secondo Mosca.
 

“La minaccia per i paesi della NATO posta dalla proliferazione di missili balistici continua ad aumentare … L’accordo quadro [sul programma nucleare iraniano] non cambia tale circostanza” ha commentato il portavoce della NATO Oana Lungescu a Sputnik.
 

Secondo la Russia, il controverso scudo antimissile in Europa rimarrà perché “il sistema di difesa missilistica non è mai stato contro l’Iran.”
 

“Questo serve come un’ulteriore prova che i riferimenti “alla minaccia iraniana’ sono serviti come una cortina fumogena, dal momento che l’obiettivo vero e proprio è la creazione di un programma anti-missile con uno scopo molto diverso,” ha scritto il ministero degli Esteri russo.
 

Gli Stati Uniti insistono da per anni che il sistema di difesa missilistica è necessario per la protezione contro potenziali missili da stati canaglia, come la Corea del Nord e l’Iran. Mosca ha fortemente contestato le nuove installazioni militari NATO, adducendo minacce alla sicurezza nazionale. La Russia ha proposto la creazione di un sistema comune, ma Washington ha respinto la proposta.
 

Fonte:www.lantidiplomatico.it