La contraerea siriana ha opposto resistenza al bombardamento missilistico, una parte significativa dei missili è stata abbattuta prima di raggiungere gli obiettivi, riferisce il ministero della Difesa della Federazione Russa.

“La contraerea siriana ha condotto una battaglia antiaerea, una parte significativa dei missili da crocieta e dei missili aria-terra sono stati abbattuti mentre si avvicinavano agli obiettivi”, si afferma nel comunicato del dicastero militare russo.




Le armi della contraerea siriana S-125, S-200, Buk e Kvadrat, prodotte più di 30 anni fa nell’URSS, sono state coinvolte nel respingere l’attacco delle forze occidentali, riferisce il ministero della Difesa russo.

Si osserva che i raid sono stati compiuti da due navi della Marina degli Stati Uniti nel Mar Rosso, dagli aerei tattici nel Mediterraneo, così come dai bombardieri strategici americani B-1B di el-Tanf.

In precedenza il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si era rivolto alla nazione, in cui annunciava i raid contro la Siria. Successivamente hanno annunciato di unirsi ai raid americani il primo ministro britannico Theresa May e l’Eliseo. Il Ministero della Difesa ha riferito che il 14 aprile dalle 3.42 alle 5.10 gli aerei americani, in collaborazione con le forze aeree di Gran Bretagna e Francia, hanno bombardato le strutture militari e le infrastrutture civili della Siria.




Più di 100 missili da crociera e missili aria-terra sono stati sparati, ha detto il ministero della Difesa russo.

Fonte: it.sputniknews.com