2459di Tracchi Sergio

La Merkel spinge gli Europei ad accelerare le trattative con gli Stati Uniti sul TTIP.

Un rappresentante della UE dice che, il TTIP non dovrebbe essere “cattivo o brutto” per i cittadini dell’Unione Europea. La commissaria del commercio Cecilia Malmstrom ha detto che il proposto Accordo Transatlantico del commercio ed investimento (TTIP), non minerebbe gli interessi del pubblico europeo nè dei suoi cittadini.
Sarà che il TTIP davvero non danneggerà la popolazione europea come affermano i politici?
Per chi non lo sapesse, il TTIP spalanca le porte all’ingegneria genetica ed al Fracking, sono molti i segreti e pericoli del trattato commerciale tra USA e Europa.
Dolores Sanchez, Eurodeputata del partito politico “Podemos”, dice che, il TTIP influenzerà la legislazione che proviene da tutti i livelli del Governo, e di tutti i comuni europei.
Sembra che questi siano gli ennesimi passi in avanti per creare un “Governo Unico nel Mondo”.
Il TTIP sarà l’inizio della fine della sovranità, la democrazia e lo stato di benessere in tutt’ Europa.
Il mondo di Orwell è già tra noi.
Com’è possibile che qualcosa di tanto importante, storico  e nocivo com’è il trattato di Libero Commercio tra USA ed Europa, passi inosservato davanti all’opinione pubblica?
Quando si vuole distrarre l’opinione pubblica con una cortina fumogena, è per coprire quello che stanno pianificando. Bisogna domandarsi, quanto è negativo il Trattato Internazionale di Libero Commercio, per cui non vogliono che l’opinione pubblica lo conosca?
Il Trattato Internazionale di Libero Commercio ed investimenti tra USA e Europa ha un solo fine, fare un mercato unico, dove il problema non è eliminare i dazi, che già sono bassi di per sè, bensì avere una regolazione comune tra Europa e Stati Uniti.



E la cosa preoccupante, è sapere chi negozia questi termini, perchè non sono i cittadini, neanche i Governi.
Il trattato di libero commercio, lo stanno negoziando prevalentemente le multinazionali, accettate da entrambi i lati.
Essenzialmente negli USA s’impone il capitale ed il liberalismo come priorità, di fronte ai diritti sociali, lavorativi ed ambientali che rimangono ancora in Europa. Pertanto nel caso della firma del trattato, per gli USA continuerebbero più o meno uguali, ma l’Europa farebbe convergere la legislazione con quella Nordamericana e questo avrebbe conseguenze.
Negli Usa l’industria alimentare ha un grande potere economico. Questo fa si che in questo paese sia permessa la clonazione del bestiame, il trattamento degli animali con ormoni per il loro ingrasso, il pollo colorato o gli alimenti transgenici.
Fino a tal punto viene protetta, che si proibisce indicare nelle etichette,che un prodotto non è transgenico, perchè pensano che questo pregiudichi chi, tra isuoi ingrdienti, utilizza alimenti modificati geneticamente.
Se si firma il Trattato di Libero commercio tra Europa e USA, le grandi corporazioni e multinazionali americane, come “Monsanto”, metterebbero l’Europa nel sacco.
Non è questa un ulteriore prova che il benessere della popolazione non ha nessuna importanza per l’ Elite che ha solo interesse a trarre profitto da questo trattato?

Fonte: www.hackthematrix.it

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere