1094
In realtà, molte teorie della cospirazione alla fine si sono dimostrate vere
La Costituzione americana, la Magna Carta e la democrazia stessa si basano sull’idea che – senza pesi e contrappesi – chi è al potere tende ad agire nel proprio interesse. D’altronde “Il potere tende a corrompere e il potere assoluto corrompe assolutamente”.

L’America è stata fondata su una teoria della cospirazione: che re Giorgio e i suoi uomini stavano cospirando contro i coloni.

La democrazia greca e il capitalismo del libero mercato si basavano sulle teorie del complotto.

Il concetto americano di “separazione dei poteri” si basa sulla teoria della cospirazione che chi ha un potere incontrollato finirà per abusarne. Con la creazione dei 3 rami del governo, i Padri Fondatori speravano di ridurre l’abuso di potere. (Qui per un approfondimento sul tema)

Tutto è cambiato nel 1960, come documenta ZeroHedge.

In particolare, nel mese di aprile del 1967, la CIA ha scritto un dispaccio nel quale ha coniato il termine “teorie del complotto” … e ha raccomnandato i metodi per screditare tali teorie. il dispaccio è stato siglato “psych” – abbreviazione di “operazioni psicologiche” o disinformazione – e “CS” per l’unità della CIA “Clandestine service”.

Il dispaccio è stato reso pubblico in risposta ad una richiesta del New York Times nel 1976 sulla base del Freedom of Information Act

Riassumendo, le tattiche consigliate dal dispaccio della CIA erano:

Sostenere che le testimonianze oculari sono inaffidabili
Sostenere che la notizia è vecchia e che nel frattempo sono emerse “nuove evidenze significative”
Ignorare l’argomento a meno che le discussioni non siano già attive
Sostenere che è irresponsabile speculare
Accusare i teorici di essere innamorati delle loro teorie
Accusare i teorici di essere politicamente motivati
Accusare i teorici di avere interessi finanziari nel promuovere le teorie del complotto

In altre parole, l’unità dei “Servizi clandestini” della CIA creò gli argomenti per attaccare le teorie cospirative come inaffidabili nel 1960 nel quadro delle sue operazioni di guerra psicologica.

La realtà è che alcune teorie del complotto sono false e alcune sono vere. Ognuna deve essere giudicata sulla base dei fatti.
Una difesa comune usata contro queste teorie è che “qualcuno avrebbe vuotato il sacco” se ci fosse davvero una cospirazione.

Ma il famoso informatore Daniel Ellsberg spiega:

“E’ un luogo comune che non si possono tenere segreti a Washington. La realtà sconosciuta al pubblico e alla maggior parte dei membri del Congresso e della stampa è che i più grandi segreti possono essere mantenuti tali, in modo affidabile, per decenni, dal ramo esecutivo, anche se sono noti a migliaia di addetti ai lavori”.

La storia dimostra che Ellsberg ha ragione. Per esempio:



130.000 persone provenienti da Stati Uniti, Regno Unito e Canada hanno lavorato sul progetto Manhattan. Ma è stato tenuto segreto per anni
Un documentario della BBC dimostra che: c’era “un colpo di stato pianificato negli Stati Uniti nel 1933 da un gruppo delal destra d’affari americana per rovesciare il presidente Franklin D. Roosevelt, con l’aiuto di mezzo milione di veterani di guerra. I cospiratori, che si sosteneva includessero alcune delle più famose famiglie americane ritenevano che l’America dovesse adottare le politiche di Hitler e di Mussolini per battere la grande depressione”. Inoltre, “i magnati dissero al Generale Butler che il popolo americano avrebbe accettato il nuovo governo perché controllava tutti i giornali.” Avete mai sentito parlare di questa cospirazione prima? E se i cospiratori controllavano i giornali all’epoca, quanto peggiore può essere oggi la situazione?

Sette grandi banche su otto sono andate in bancarotta nel 1980 durante la “crisi dell’America Latina”, e la risposta del governo è stata quello di coprire il loro fallimento. Questa è una copertura che è durata diversi decenni
Le banche hanno adottato un comportamento criminale sistematico , e hanno manipolato ogni singolo mercato
I governi hanno coperto gli incidenti nucleari per 50 anni per proteggere l’industria nucleare. I governi hanno agito in collusione per coprire la gravità di numerosi altri incidenti ambientali. Per molti anni, i funzionari del Texas hanno volutamente sottostimato la quantità di radiazioni nell’acqua potabile per evitare di dover denunciare le violazioni
Lo spionaggio degli americani da parte del governo è iniziato prima dell’11 settembre (conferme qui e qui). Ma il pubblico non ne ha saputo niente fino a molti anni dopo. In effetti, il New York Times ha ritardato la storia in modo da non influenzare l’esito delle elezioni presidenziali del 2004
La decisione di lanciare la guerra in Iraq è stata presa prima dell’11 settembre. Infatti, l’ex direttore della CIA George Tenet ha affermato che la Casa Bianca coleva invadere l’Iraq molto prima dell’11 settembre. L’ex segretario del Tesoro Paul O’Neill – che sedeva nel Consiglio di Sicurezza Nazionale – inoltre dice che Bush ha pianificato la guerra in Iraq prima del l’11 settembre. E alti funzionari britannici sostengono che gli Stati Uniti hanno discusso un cambio di regime in Iraq un mese dopo l’entrata in carica di Bush. Dick Cheney a quanto pare ha fatto del petrolio iracheno una priorità della sicurezza nazionale prima dell’11 settembre. Ed ora è stato dimostrato che queste person hanno mentito sulla presenza in Iraq di armi di distruzione di massa. Questi fatti sono stati resi pubblici solo di recente. Infatti, Tom Brokaw ha detto , “Tutte le guerre sono basate sulla propaganda”. Uno sforzo concertato per produrre propaganda è un complotto
Inoltre, i funzionari governativi di alto livello e addetti ai lavori hanno ammesso cospirazione drammatiche:

Aver sostenuto i terroristi per promuovere obiettivi geopolitici;

Aver sostenuto atti terroristici sotto falsa bandiera

Le ammissioni non si sono verificate se non molti decenni dopo gli eventi.

Questi esempi dimostrano che è possibile mantenere le cospirazioni segrete per lungo tempo senza che nessuno “vuoti il sacco”.

Fonte www.lantidiplomatico.it

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere