3149
mass-media1La televisione, un mezzo straordinario e rivoluzionario che, come la radio prima di lei, ha rivoluzionato il mondo dell’informazione e della comunicazione come adesso lo sta rivoluzionando internet. Negliarticoli precedenti ho speso ben 3 capitoli per mettervi al corrente di chi si nasconde dietro le quinte del teatro mondiale e dei mezzi che utilizzando per controllare le masse, ma questo di certo non basta. Come in una guerra, più che conoscere il nemico bisogna conoscere le armi che usa, io mi sento in dovere di aprirvi la mente e darvi una spiegazione chiara di come riescono a farlo. Suppongo che tutti qui abbiamo una televisione no ? Bene, ma che considerazione hai tu di questo strumento ? Stiamo parlando di uno strumento che appartiene a poche persone e sono loro a scegliere l’informazione che tu spettatore riceverai. Sento molte persone dire : Ma se lo dice la televisione è vero ! Io beh non ne sarei così sicuro. Ci sono persone che ripongono così tanta fiducia in ciò che la televisione dice che ridicolizzando chiunque abbia un’ opinione diversa dalla loro. E (passatemi il termine) di cazzate la TV ne dice tante. Dobbiamo tenere a mente che ogni informazione che ci viene recapitata tramite la televisione non deve essere presa per veritiera poiché non abbiamo nessuna prova che confermi l’attendibilità e la veridicità delle informazioni. Questo vuol dire che se dietro le informazioni che ci vengono date c’è un Elite marcia, allora la mente di chi riceve quelle informazioni è piena di menzogne. Chi vuole il controllo sulle persone non ha bisogno di controllarle fisicamente, gli basta modellare le loro credenze e le loro emozioni. Le ha in pugno.

Soprattutto in questo periodo ci stanno bombardando di Terrorismo Mediatico dicendoci che siamo in guerra contro lo stato islamico, che l’ISIS è il cattivo ecc. Ripetono le stesse cose tutti i media, tutti i giorni e tutte le ore. Facendo questo continuano a spaventare la gente che sta iniziando a chiedere protezione e sacrifica la loro libertà pur di essere protetta. Come mai adesso se la stanno prendendo con la Siria? Qualche anno fa il cattivo era Gheddafi in Libia, ancora prima Bin Laden e Saddam Hussein e ora esce fuori dal nulla sta benedetta ISIS. Se si fa una piccola ricerca si viene a scoprire che gli unici stati del medio oriente che non appartenevano ai Rothschild prima del 2001 erano:

Afghanistan – Iraq – Sudan – Libia – Siria – Cuba – Nord Corea – Iran

Con l’attentato dell’11 Settembre (auto-inflitto) gli Stati Uniti hanno trovato un pretesto per attaccare L’Iraq e l’Afghanistan dando la colpa a Bin Laden. Stessa cosa in Libia e in Sudan e ora tocca alla Siria. Prima di poter attaccare un paese però hanno bisogno che la gente gli dia il consenso. Dicendo alla gente che è in pericolo la metti in condizione di rinunciare alle proprie libertà e sarà l’opinione pubblica a dire: LA DEVONO PAGARE, DOBBIAMO FARGLI LA GUERRA ! In questo modo i Rothschild piazzano le loro banche nel paese ridotto alla fame e ne prendono il possesso come vi ho spiegato nei capitoli precedenti. Utilizzeranno lo stesso metodo con i paesi restanti, creeranno problemi a Cuba, Nord Corea e Iran, aprendo una campagna mediatica in cui fanno per passare per cattivo il leader di uno stato. Come nel caso del dittatore Nord Coreano Kim Jong-un, programmano la mente delle persone in modo tale che quando gli verranno sbandierate le sue foto in Tv la loro reazione inconscia sarà: LUI E’ IL NEMICO. Ci tengo a precisare però che il vero motivo per cui demonizzano Kim Jong-un non è tanto perché è un dittatore, ma perché a differenza degli stati medio orientali, possiede la bomba atomica e quindi può difendersi nell’eventualità in cui gli USA lo attaccassero.

4

 

La televisione è il mezzo con cui il sistema ci intrattiene in quel misero giorno libero gentilmente concesso dal sistema, con spettacoli vuoti di contenuto e per la maggior parte idioti. Intrattenere la gente è importante se non vuoi che sfrutti quel tempo libero studiando qualcosa fuori dalle credenze abilmente imposte dal sistema o passando un po’ di tempo con se stesse. La gente non deve pensare ! E se proprio la televisione non dovesse bastare, adesso abbiamo anche i Social Network come mezzo di intrattenimento. Non che sia da condannare, anzi, se adesso posso condividere con voi questo articolo è anche grazie ai Social. Ma quando vedi tuoi coetanei a tavola o in giro con il collo abbassato e gli occhi fissi su un display beh..li c’è da preoccuparsi. Ma la TV non condiziona solo il nostro modo di pensare, condiziona il nostro comportamento, il nostro abbigliamento e i nostri stati emotivi, soprattutto trasmettendoci paura attraverso media che sono uno dei metodi di controllo più forti della MATRIX.

Ammettiamolo, la pubblicità è davvero molto fastidiosa. Chi durante la scena di suspense di un film trasmesso in TV non si è ritrovato a sclerare o a imprecare davanti al televisore ? Ebbene, molti pensano che sia la pubblicità a interrompere ciò che la TV sta trasmettendo ma in realtà è proprio l’inverso. Sono i film, i documentari, gli show e i telegiornali a interrompere la pubblicità. In qualche modo devo farti restare attaccato alla TV no ? Le persone sono consumatori e valgono agli occhi delle multinazionali in quanto tali. Passano un intera vita a lavorare per consumare. Accettano di essere privati della loro vita lavorando 6 giorni su 7 perché sono convinti dalle pubblicità a consumare per restare al passo con i tempi, facendoti comprare di cose di cui non hai bisogno ma che arricchiscono le multinazionali. ovviamente anche qui c’è lo zampino dei burattinai. E tutto ciò che ti viene proposto ha alla radice sempre loro, I burattinai. Tutte le più grandi multinazionali sono in mano ai Rothschild perché hanno il controllo dei stati in cui si trovano e a volte sono proprio loro a fondarle , mettendo qualcuno che apparentemente ne è accapo ma non lo è. Come uno stato, anche chi finanzia le multinazionali ne è il vero proprietario. Quindi, qualunque marca sceglierete per uno smartphone, un elettrodomestico o qualsiasi altro prodotto lo state comprando a corporation diverse ma finanziate dalle stesse persone, dandoti quindi l’illusione di poter scegliere.

FB_20150124_12_39_34_Saved_Picture

HOLLYWOOD

Anche Hollywood fa parte della programmazione mentale di massa, infatti mi sono reso conto di come affiancato alla TV diventi una combinazione micidiale. Ricordo che proprio nel periodo in cui si stava parlando di Kim Jong-un era in uscita un film che riguardava proprio lui: The Interview. Tralasciando la grande stupidità del film che era solo di copertura, il messaggio era ben chiaro: Kim è il cattivo. Praticamente quel film è servito a preparare le persone a un prossimo conflitto con la Corea del Nord, ovviamente gli USA sono i “buoni” in tutti film Hollywoodiani e MAI i cattivi. Anche questo è parte di una programmazione mentale.

Oltre a dirottare il pensiero delle persone esaltando o demonizzando un individuo o uno stato programmano l’inconscio delle persone ad adottare un determinato comportamento in una data direzione. Quale esempio migliore del film 2012 ? La reazione delle persone durante le catastrofi naturali, di invasioni aliene e cosi via…nei film è quella di scappare. Indovinate un po’ cosa succederebbe se si dovesse presentare uno scenari simile ? La stessa cosa. Una fuga disperata in cui ognuno pensa a se, e pur di sopravvivere si è pronti a calpestare chiunque ci intralci la strada. Questo era solo un esempio, perché in realtà sono molti di più i comportamenti che ci vengono installati nel cervello attraverso i film Hollywoodiani.

Un altro aspetto, forse il più inquietante, sono i messaggi subliminali. Tipo questo :

matrix-passport

(MATRIX – 1999)

Solo un caso ? Beh se si calcola il numero di volte il cui la data 11 Settembre 2001 appare nei film antecedenti all’attentato, direi proprio di no. Nulla va lasciato al caso quando queste coincidenze si trovano nei mezzi con cui i burattinai manipolano le masse.

Quindi che facciamo spegniamo la TV ? No, ma fate attenzione a tutto ciò che vi viene detto attraverso di lei, il 95% di ciò che dice è falso.

-Fine capitolo

Fonte: ilcomplottista