2005Plant-e è una società che sede nei Paesi Bassi e che ha trovato il modo per sfruttare l’energia elettrica dalle piante, utilizzandola per alimentare gli hotspot Wi-Fi, i caricabatterie dei cellulari e persino i lampioni. L’azienda ha debuttato nel Novembre 2014 nei pressi di Amsterdam con un progetto che ha chiamato “Cielo Stellato”, grazie al quale sono stati illuminati più di 300 lampioni a led in due zone differenti. La loro tecnologia ad energia verde viene utilizzata anche per alimentare la sede dell’azienda, che si trova a Wageningen.

L’azienda è nata nel 2009 come distaccamento del dipartimento di tecnologia ambientale dell’Università di Wageningen. La sua attività consiste nello sviluppare prodotti in cui le piante generano elettricità. La tecnologia permette di produrre energia elettrica in ogni luogo dove possono crescere delle piante.




Come si legge sul loro sito

Attraverso la fotosintesi una pianta produce del materiale organico. Parte di questo viene utilizzato per la crescita della pianta, ma alcune parti non possono essere usate e vengono escrete nel terreno tramite le radici. Intorno ad esse sono presenti naturalmente dei microrganismi che distruggono questi composti organici da cui è possibile ottenere l’energia. Dotando i microrganismi di un elettrodo, si ottengono degli elettroni che si possono poi trasformare in elettricità. La ricerca ha dimostrato che in questo modo la crescita della pianta non viene compromessa in alcun modo, così questa continuerà a crescere e a fornire contemporaneamente elettricità.

Basti pensare ad una casa dotata di un tetto pieno di piante che possano alimentare tutta la struttura! Sul sito web della società è possibile vedere delle immagini animate delle mini-foreste che crescono sui tetti degli edifici e li alimentano per intero. E’ incredibile da immaginare!




E’ importante ricordare che, al momento, il problema principale è la quantità di energia che può essere generata. C’è ancora molta strada da fare per arrivare a produrre abbastanza energia da offrire un prodotto commerciale completamente affidabile, ma la ricerca è in corso e promette molto bene, poiché la società sta già vendendo i prodotti che consentono la raccolta di energia dalle piante.

Ogni giorno sembrano emergere sempre più innovazioni energetiche simili a questa. Il cambiamento sta arrivando, si trova proprio dietro l’angolo. La UBS, la banca più importante del mondo, ha sollecitato gli investitori ad aderire al movimento dell’energia verde, attraverso una dichiarazione in cui ha espresso l’obiettivo di chiudere tutte le centrali elettriche in Europa entro i prossimi 10 o 20 anni. E’ qualcosa che si prepara ad accadere: di soluzioni ce ne sono tante a disposizione, è ora di attuarle. Che ci siano diversi modi per produrre energia senza distruggere il pianeta è ormai chiaro.

Articolo a cura di ©generazionebio.com. E’ possibile riproporlo non a scopi commerciali e integralmente solo citando la fonte e con un link cliccabile che punti all’articolo originale.

Fonte: generazionebio.com