3473
Attualmente non vi sono prove certe sulla correlazione tra virus Zika e microcefalia, ma l’ONU non poteva lascirsi sfuggire questa occasione per la propaganda pro-aborto.

Ginevra, 5 feb.  – Le Nazioni Unite hanno esortato i Paesi sudamericani colpiti dal virus Zika e che hanno invitato la popolazione femminile ad attendere prima di tentare di avere un figlio a facilitare l’accesso ai servizi per il controllo della fertilità, in particolare l’interruzione di gravidanza e la contraccezione.
“Come possono chiedere a queste donne di non restare incinte, ma non offrire la possibilità di interrompere la gravidanza?”, ha domandato la portavoce Cecile Pouilly, parlando con i giornalisti. Molti dei Paesi colpiti dal virus Zika, che potrebbe causare microcefalia nei neonati, sono conservatori e cattolici e hanno leggi molto restrittive in tema di contraccezione e interruzione di gravidanza.

Leggi anche: 




“L’avvertimento di alcuni governi alle donne di rinviare una gravidanza ignora la realtà che molte donne o ragazze semplicemente non possono esercitare il controllo sul se, sul quando e sul come restare incinte, specialmente in ambienti in cui la violenza sessuale è così comune”, ha dichiarato l’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Zeid Ra’ad al-Hussein. Le norme “che limitano l’accesso a servizi” come l’aborto, la contraccezione e la pillola del giorno dopo “devono essere modificate urgentemente per garantire il diritto alla salute per tutti”, ha aggiunto.

Fonte: www.imolaoggi.it

“Se fossi reincarnato, vorrei essere restituito sulla terra, come un virus killer per abbassare i livelli della popolazione umana”.
principe Filippo, marito della regina Elisabetta, Duca di Edimburgo, leader del World Wildlife Fund

 

Clicca nella foto per vedere il video di Bill Gates

3475

3474

CONTINUA A LEGGERE >>