Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca non prevedono di passare alla moneta unica europea.




Questa dichiarazione è stata fatta da una fonte a Bruxelles, alla vigilia del summit dei leader UE previsto per il 14-15 dicembre nella stessa città per discutere la situazione nella zona euro, riporta RIA Novosti.

Allo stato attuale, la zona euro comprende Austria, Belgio, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Spagna, Cipro, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Finlandia, Francia ed Estonia.

Ci si aspettava che Bulgaria, Ungheria, Polonia, Romania, Croazia, Repubblica Ceca e Svezia avrebbero adottato l’Euro in futuro. Allo stesso tempo, i rappresentanti della Commissione europea hanno dichiarato in precedenza che i governi che entrano all’Unione Europea non sono obbligati ad entrare nella zona euro.

Fonte: it.sputniknews.com

CONTINUA A LEGGERE >>