2111Ma non importa, il presidente è popolare nelle Filippine

 
Inutile dire che non tutti sono particolarmente innamorati della politica estera americana condotta dal’amministrazione Obama.
 




Come riassume ZeroHedge, i primi tentativi di un “Reset” russo sono culminati in un “reset” della guerra fredda, lo Yemen è passato da “modello di successo” a “stato fallito” nello spazio di nove mesi, e la Siria si è trasformata in quella che il Segretario delle Nazioni Unite Generale Ban Ki-moon ha recentemente definito “il girone più profondo dell’Inferno” dopo che un ex “risorsa strategica” della CIA è venuta meno alla sua direttiva di cercare di deporre Assad e si è imbarcata in una sanguinosa campagna per stabilire un califfato islamico medievale.

 

Fortunatamente per il presidente, ci sono ancora alcuni paesi simpatici là fuori (come la Francia), ma come potete vedere dalla mappa seguente, l’amministrazione non se la passa molto bene in termini di percezione del pubblico circa la propensione di Obama a “fare la cosa giusta per quanto riguarda gli affari del mondo” in Paesi cruciali come Israele, Pakistan, Ucraina, Cina, Russia, e .. America.
 

 
Ma va bene, il presidente è popolare nelle Filippine.
 

Fonte: www.lantidiplomatico.it