http://sapereeundovere.it”I sindaci della Lega Nord si stanno organizzando per mettere in atto azioni di disobbedienza civile alle regole assassine di Bruxelles e allo scellerato Patto di stabilita’ che ha messo in ginocchio i nostri Comuni”. L’annuncio e’ del segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, oggi a Bruxelles insieme a una quarantina fra sindaci e presidenti di Provincia lombardi per protestare contro ”l’omicidio dei Comuni del Nord” ed esporre, nella piazza antistante il Parlamento europeo, bandiere e striscioni con slogan anti moneta unica come ”no euro” e ”questo euro ci uccide”.

”Mentre l’Europa serva di banche e burocrati punta tutto su regole e rigore, infischiandosene dei cittadini – attacca il numero uno della Lega Nord – si ignora la vera emergenza di un mondo del lavoro massacrato dalle tasse romane e da norme comunitarie umilianti. Sarebbe meglio, prima di occuparsi delle condizioni disumane dei carcerati, pensare alle condizioni disumane in cui versano le imprese che chiudono costringendo alla disoccupazione milioni di persone”.




In piazza davanti al Parlamento di Bruxelles anche Oscar Lancini, il sindaco di Adro arrestato l’8 novembre scorso con l’accusa di falso e turbativa d’asta, poi scarcerato e infine reintegrato nelle sue funzioni di primo cittadino, che chiama in causa il premier Enrico Letta: ”Son venuto a fargli vedere che sto bene, sono in perfetta forma e pienamente in battaglia come sempre per difendere i miei cittadini. Quello che stanno facendo a Roma e Bruxelles e’ inqualificabile: predicano crescita sui giornali e nei loro salotti, mentre noi sindaci assistiamo sul territorio, giorno dopo giorno, al sistematico impoverimento di un tessuto sociale e produttivo schiacciato dalle tasse, dai vincoli e dalla burocrazia di uno Stato fallito che pensa solo a ripianare i suoi debiti”

FONTE http://www.imolaoggi.it

SEGUICI SU FACEBOOK
O SU TWITTER