3779
Sono italiani i pannelli solari divisi in moduli in silicio amorfo e realizzati in plastica riciclabile. L’azienda in questione è la fiorentina EnEco Group. La potenza dei fotovoltaici in questione oscilla dai 20 watt ai 130 watt. 

Le applicazioni di questi moduli sono praticamente infinite: si parla di citycar elettriche come la Philla, in grado di percorrere circa 220 km e realizzata con Regione Piemonte, Centro Ricerche Fiat, Politecnico di Torino.




Philla

Stessa cosa per il prototipo Apollo, un’auto solare realizzata dal Politecnico di Milano oppure l’eco autobus di Iveco, un autocarro dove sono stati installati i pannelli in grado di generare fino a 2 kWh.

Con la Solar Power Station, grazie ad un accumulatore e ai pannelli sottili e flessibili, invece, è possibile effettuare ricariche anche fuori casa. Per gli amanti del campeggio ma anche del kayak e della canoa, i pannelli Tregoo sono in grado di ricaricare tutti i dispositivi mobili, GPS compreso. Un VIDEO trasmesso in tv:




Occorre ricordare che già dal 2015, presso l’Istituto di Tecnologie di Genova è in atto il progetto Solar Print, che ha come obiettivo principale quello di creare pannelli fotovoltaici stampabili. Il progetto ha visto la creazione di una bobina di Pet che funziona con speciali inchiostri polimerici.

In un futuro non troppo lontano, tutti i dispositivi elettronici potrebbero essere dotati di pannelli solari adattabili in tutte le superfici e in grado di ricaricare le batterie degli elettrodomestici.

Fonte: www.globochannel.com