1841“Accelerare sulle privatizzazioni ridurrebbe il debito, ma i progressi rimangono deludenti”. Il giudizio e’ contenuto nel comunicato diffuso dal Fondo monetario internazionale al termine della missione degli ispettori in Italia. “La recente vendite di azioni Enel e’ un passo positivo. Prendendo vantaggio dalle favorevoli condizioni di mercato, gli obiettivi di privatizzazione dovrebbero essere piu’ ambiziosi”, afferma lo staff del Fondo.



Il settore del credito in Italia resta in difficolta’ e i prestiti alle piccole e medie imprese “scarsi e costosi”. Il giudizio e’ del Fondo monetario internazionale, secondo cui “aziende e banche italiane hanno pagato un pesante dazio alla protratta fase di recessione”. Per questo, affermano gli ispettori di Washington al termine della loro missione in Italia, “una strategia ad ampio raggio per rafforzare i bilanci di banche e aziende sosterrebbe la ripresa” e “libererebbe risorse per nuove prestiti alle imprese e ai settori produttivi”.

Sei i punti nella ricetta del Fondo: accelerare accantonamenti e svalutazioni, migliorare ulteriormente il regime delle insolvenze, rimettere in moto il mercato delle sofferenze, favorire la ristrutturazione o il fallimento delle Pmi in difficolta’, promuovere fonti alternative di finanziamento, rendere piu’ efficiente l’uso dei collaterali. agi

Fonte: www.imolaoggi.it

Se non ci trovate nei social, cercateci da qui 😉 e mettetelo nei preferiti del vostro Browser




CONTINUA A LEGGERE >>






_______________________________________________________________________

Iscriviti alla Newsletter di Sapere è un Dovere