Complemento di decoro e arredo per interni ed esterni da sempre, un ever green di nome e di fatto, sono loro: “Le piante” belle e colorate, dalle svariate forme, naturali, benefiche in quanto purificano l’ambiente e canalizzano le energie. Poste in casa o in giardino abbelliscono e depurano l’ambiente e lo rendono subito più accogliente, rilassante, ed inoltre purifica l’aria che respiriamo.
Nel caso in cui decidiate di tenerle in casa è bene seguire alcuni pratici consigli per curarle e mantenerle al meglio e il più a lungo possibile. Ecco 10 consigli utili + bonus per sceglierli e curarli al meglio.




1) Posizione: posizionare la pianta in un luogo dove arrivi una bella luce naturale, come ad esempio davanti a finestre e vetrate. Non spostare continuamente altrimenti le foglie saranno costrette a ruotare in base alla luce del posto e soffrono in funzione della differenza fra l’attuale e il precedente luogo.

2) Rotazione: girare la pianta ogni 3/4 giorno in modo che tutte le sue parti possano godere della stessa intensità di luce, così da garantire una crescita dritta e non ricurva sul punto che ha ricevuto più luce.




3) Temperatura: la temperatura ideale delle piante da appartamento è di 18/24 gradi, cercate di mantenerla evitando gli sbalzi di temperatura (mai sotto i 15 gradi)

4) Ventilare: le piante amano e godono della circolazione di aria fresca e pulita (come ad esempio quella del mattino) mentre risentono di aria stagnante e fumo.

5) Annaffiare:operazione da effettuare alle prime ore del mattino oppure di sera, ricordando di non esagerare con troppa acqua, bisogna dare la giusta quantità e a temperatura ambiente (mai fredda) a seconda del tipo di pianta scelta.

6) Riversare: man mano che la pianta cresce sarà necessario cambiare vaso con uno più grande, magari in terra cotta, mettendo un terra fresca e nuova Questa operazione va effettuata soprattutto in inverno (ma se necessaria anche nelle altre stagioni) ed è importante farla per evitare che la pianta dia segni d’impoverimento.

7) Concimazione: è bene nutrire la pianta dei minerali periodicamente ed in genere in primavera/estate, si può usare concime liquido o solido organico o ancora in granuli a rilascio graduale

8) Pulizia: rimuovere la polvere con pennelli morbidi o panni puliti e inumiditi, trattenendo delicatamente la foglia tra le mani. E’ importante questo passaggio perchè la polvere non lascia traspirare i pori di respirazione e imbruttisce l’aspetto. Non pulire regolarmente le piante favorisce l’installarsi di spore fungine.

9) Asportare: asportate le foglie secche e i fiori appassiti

10) Costanza: ognuna di queste operazioni vanno svolte con costanza e passione. Una pianta trascurata farà apparire trascurato il vostro giardino, balcone o la vostra casa

CONSIGLIO BONUS: Scegliete le piante che più vi piacciono seguendo i vostri gusti personali, studiatene i significati e le proprietà e prediligete quelle che più rispecchiano la vostra personalità e le essenze che più vi aggradano; imparate a conoscerle bene e abbiatene cura.

Ad esempio il Girasole la cui caratteristica principale è proprio la sua affinità con il sole, dal colore giallo accesso è associato allegro e spensierato, in grado di infondere gioia e allegria ma è anche simbolo di amore. Segue i movimenti del sole e poichè il sole è un elemento vitale anche il girasole ne assume il significato è infatti perfetto da regalare a coloro che sono in via di guarigione per au

A esempio l’ Orchidea è uno dei fiori più belli e dal fascino particolare nonché esteticamente perfetto, bellissimo tanto che simboleggia la raffinatezza, l’eleganza, l’armonia, la bellezza ma anche la dolcezza e l’amore. La loro presenza aiuta ad eliminare l’aria inquinata da un elemento sprigionato dalla pittura delle pareti e dei mobili: lo xilene. Inoltre rilasciano ossigeno durante la notte, per cui sono ottime per la camera da letto.